Il cantante George Michael è morto depresso

12963803_10154170062861095_3891575650084904266_n-690x460
Nel giorno 25 di dicembre, Natale, il mondo ha ricevuto la notizia del decesso del cantante britannico George Michael, di 53 anni.

Il cantante, che ha venduto più di 100 milioni di dischi durante la sua carriera, ufficialmente è deceduto per un attacco cardiaco. La sua famiglia, però, crede che le droghe sono le responsabili della sua morte. Secondo i pochi amici e famigliari i quali avevano l’autorizzazione per fargli visita nella sua lussuosissima casa di Oxfordshire (a sud dell’Inghilterra), George Michael non era soddisfatto con se stesso. Secondo un suo cugino, il cantante era depresso e sempre più di rado usciva di casa. Il motivo della depressione, era l’insoddisfazione del suo fisico. Prima considerato un “sex-symbol”, era ingrassato molto a causa all’uso frequente di droghe.

“Era cambiato molto con il passare degli anni, era molto più grosso e usava gli occhiali”, ricorda Catherine Wheel, direttore del pub dove George Michael era solito frequentare da quando si era trasferito. “Non si vedeva più come George Michael. Questo è molto triste.”

Tutti invecchiano

Ogni giorno, migliaia di persone si angosciano per lo stesso motivo di George Michael: Non saranno giovani per sempre.

Il non conformarsi dinanzi all’invecchiamento fa sì che alcuni abusino di plastiche e interventi estetici, mettendo a rischio la propria salute. Altri cadono in depressione e vivono reclusi dalla società, come nel caso del cantante.

“Se l’essere umano non è attento al suo cuore, vedrebbe che ben presto diventerebbe un presuntuoso prima delle conquiste. Vivere con questa vanità è vivere nel “vuoto del vuoto”, spiega la scrittrice Núbia Siqueira.

Avere un bell’aspetto va bene fino a quando si ha cura della propria salute. Quando ciò diviene un ossessione, una dipendenza, il rischio di vivere in una tristezza cronica è grande.

“Per non essere frustrati, occorre comprendere il proposito della propria vita in questo mondo e mettere tutta la forza nella ricerca dell’Eternità con Dio. La soddisfazione di avere pace con Lui è ineguagliabile. La bellezza e la forza spirituale che proviene da Lui il tempo non riesce a rubarla. Ed essere eletto nel Suo cuore ci rende i più felici degli esseri umani”, afferma Núbia.

Fonte: Universal.org