Cina arresta cristiani per aver distribuito letteratura evangelica

biblia-1
Le autorità cinesi hanno arrestato per lo meno cinque cristiani protestanti, leader di comunità in Liaoning, perché stavano distribuendo letteratura di natura religiosa.

Il comunicato è stato fatto dalla Fondazione d’Aiuto alla Chiesa che Soffre (AIS).

La segreteria portoghese dell’AIS ha specificato che i cinque cristiani, essendo quattro donne e un uomo, appartengono alla Chiesa Chaoguang e sono stati accusati di vendere “libri di devozione cristiana ufficialmente proibiti”, il 22 di febbraio.

Secondo l’Associazione Aid, associazione cristiana senza scopi lucrativi per la difese dei Diritti Umani, i catturati sono stati condannati alla detenzione e al pagamento di multe “che si orientano tra i 10 mila e i 30 mila euro”.

L’AIS ha detto che la notizia di detenzione dei cristiani è avvenuta giustamente nel frattempo che i diplomatici del Vaticano e di Pechino sono in trattative, osservando “l’eventuale normalizzazione dei rapporti diplomatici tra i due Stati”.

Come l’Ecclesia, la fondazione ha informato inoltre che “la persecuzione ai cristiani non si è ancora rallentata” in determinate regioni della Cina oltre alla situazione in Liaoning, anche a nordest della Cina, sono stati espulsi “per lo meno 32 missionari sud-coreani” di Yanji, dove svolgevano un lavoro umanitario da più di dieci anni, vicino della frontiera con la Corea del Nord.

L’AIS ha detto che c’è una comunità cristiana molto attiva, anche se clandestina”, ed è per essersi mantenuta fedele alla chiesa, che ha subito “la persecuzione da parte delle autorità”.

Possedere la Bibbia o evangelizzare è crimine

In Nepal, i cristiani rappresentano meno del due per cento dei 28 milioni di persone. La maggior parte della popolazione è hindu. I cambiamenti nella legislazione hanno provocato una grave restrizione della libertà religiosa.

Attualmente otto cristiani sono in attesa di giudizio, accusati di evangelizzazione illegale. Sono stati arrestati dopo aver distribuito una storia in fumetti che raccontava la vita di Gesù per i bambini. Il materiale era offerto gratuitamente alle persone ricevute in colloqui di orientamento, rivolti ai sopravvissuti del terremoto del 2015.

Tanka Subedi, pastore della Chiesa Famiglia di Dio, con sede nella capitale Kathmandu spiega che negli ultimi due anni, la persecuzione ai cristiani nel paese, è aumentata drasticamente. Lui afferma che esistono almeno 15 casi denunciati che possono risultare trattarsi di altre detenzioni.

Fonte: GospelPrime.com.br