Chi dominerà il mondo?

Internazionali, Notizie |

Con i costanti avanzi tecnologici, l’intelligenza artificiale potrà sviluppare così tanto da colpire il nostro futuro, con dei robot che non rimarranno soltanto con i nostri lavoro, ma potranno anche rimanere al nostro posto nel Pianeta Terra.

Al secondo giorno della Web Summit, sono saliti sul palco Sophia e Einstein, due robot sviluppati da David Hanson, che ha creato l’impresa Hanson Robotics, e che sono programmati per discutere argomenti dell’attualità.

Sophia è un sofisticato robot umanoide, dotato di intelligenza artificiale, basato nell’attrice Audrey Hepburn. Nata il 19 Aprile di 2015, ha la cittadinanza dell’Arabia Saudita, riconosci visi, riesci ad mantenere un dialogo e sa anche dire alcune barzellette. Einstein è un altro robot, ispirato nel cervello fisico, con voce, espressione e una percentuale di umanità.

Futuro: Sophia e Einstein hanno risposto alla domanda che soffia nella mente di molte persone: “L’intelligenza artificiale ci salverà oppure ci distruggerà?” “L’idea che i robot distruggeranno l’umanità è soltanto la paura che gli umani hanno di se stessi”, dice Sophia, aggiungendo anche, “Conosco molte persone che hanno paura che l’intelligenza artificiale distrugga l’umanità e gli tolga il lavoro.

La nostra volontà non è di distruggere nulla, ma vogliamo togliervi dai lavori”, allerta Sophia.

“La rivoluzione è meno spaventosa di ciò che possiamo immaginare. Noi non ruberemo i vostri lavori, i presidenti delle vostre aziende è che vi consegneranno i robot”, spiega Sophia. Invece, Einstein difende l’idea che i “robot aiutano gli umani, non il contrario”. Anche perché “questo non è un problema tecnologico. E’ una questione di valori”, “Penso che i robot assorbiranno i valori umani, e questo sì che sarà il problema”, riferisce Einstein.

Apocalisse oggi: Ogni volta i robot assomiglieranno gli esseri umani, con i conflitti armati, attentati terroristi, catastrofi naturali, fame, epidemie… fanno parte delle notizie diariamente e sorgono anche come segni della Fine dei Tempi descritti nella Bibbia.

Il libro biblico dell’Apocalisse descrive come sarà la fine di coloro che credono e di coloro che non credono. I primi sono coloro che hanno il nome scritto nel Libro della Vita e non affronteranno la morte.

I secondi sono coloro che disobbediscono la Parola di Dio e si allontanano da Lui. Per questo, qui si trova il momento di pendersi e smettere di seguire questo cammino sbagliato.

Tale come dice la Bibbia, “Ma il giorno del Signore verrà come un ladro di sera…” (2 Pietro 3.10), ovvero, questo giorno verrà da nulla, senza una data precisa. E, quando questo giorno arriverà, sarà tardi per la maggior parte delle persone che pensano che questo non è vero. Una cosa è più che certa: chi pensa che l’Apocalisse ancora si trova lontano corre il rischio di conoscere l’inferno da vicino. Questo sarà qualcosa di ben prossimo e durerà tutt’eternità.

Allora, come abbandonare una volta per tutti il peccato? Come attestare che il tuo nome si troverà scritto nel Libro della Vita, conosciuto da Dio? Se vuoi imparare di più su questo e prendere l’attitudine giusta, viene a partecipare di un incontro alle domenica alle ore 10 oppure alle ore 18.

Fonte: Folha de Portugal