L’opportunità per tutti

medite-706x410 (1)

Ascolta ciò che lo Spirito dice ai poveri:

O voi tutti che siete assetati, venite alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate e mangiate! Venite, comprate senza denaro e senza pagare vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, e l’anima vostra gusterà cibi succulenti.

Isaia 55:1-2

Nella vera fede, la fede sincera, vi è il sacrificio.

La fede religiosa si riferisce ai sentimenti dell’anima, ma la fede che raggiunge l’Onnipotente si riferisce all’obbedienza della Sua Parola.

Quindi, se vuoi sapere se sei nella fede religiosa o in quella vera, ti basta osservare il tuo comportamento secondo la Parola di Dio.

Questo perché tu non rimanga ingannato.

Medita nella parola che il Signor Gesù disse ai giudei religiosi che si definivano di Dio:

Chi è da Dio, ascolta le parole di Dio; perciò voi non le ascoltate, perché non siete da Dio

Giovanni 8:47

La pratica della Parola di Dio coinvolge l’obbedienza. E l’obbedienza esige sacrificio.

Non riesco a trovare un versetto biblico che associ la fede cosciente ai sentimenti. Ma, tra i molti, ho trovato il seguente versetto che esprime il pensiero dell’Altissimo:

Vi darò quindi pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e con sapienza.

Geremia 3:15

Probabilmente i commenti qui di seguito potranno aiutare qualcuno.

Lucas Barbosa
Vescovo, non ho parole per descrivere quello che mi è appena accaduto!
Stavo ascoltando la parola che lei a postato su YouTube, inerente a “Pochi sono realmente di Dio”. Nel momento della preghiera ho fatto come lei aveva detto, e mi sono chiuso in camera per poterla seguire per radio, ed è lì che iniziò.
Il mio telefono vibrò, le persone iniziarono a tentare di entrare nella mia stanza, ma io restai irremovibile in preghiera con lei. Dopo alcuni minuti ci fu silenzio, e fu quando lei disse di confessare i nostri errori e peccati a Dio, e che ci pentissimo. Io mi pentii e acclamai allo Spirito Santo, così come lei disse di fare, e per fede ringraziai Dio.
Vescovo, in quell’esatto momento, lei disse: “In Nome del Dio Padre, del Dio Figlio e, del Dio Spirito Santo, ricevi adesso il soffio di Dio, il soffio della VITA”. E l’, vescovo, è stato il momento in cui ho provato della gioia, di questa allegria celestiale di cui sento tanto parlare! Nel frattempo, alcune lacrime iniziarono a cadere, giustamente nel momento in cui lei pronunciò: “Questo pianto, non è di tristezza, ma si, di certezza, che hai appena ricevuto lo Spirito di Dio”. In quel momento, sembrava che fossi trasportato in un altro mondo!
Adesso ho la certezza di essere stato battezzato con lo Spirito Santo, dopo la preghiera non riuscivo più a fermarmi nel ringraziare Dio, non potevo smettere di sorridere, e ridere! È stato un sorrisi differente, è stato un sorriso che non avevo mai fatto prima, un sorriso che ha voluto dire: “A partire da oggi, il Dio VIVO abita in me.”
Questa è la mia testimonianza, vescovo, fresca, di alcuni istanti fa!
Vescovo, che Dio la benedica ogni giorno di più. Grazie per questo messaggio così importante per la mia vita! Questo Digiuno sta migliorando ogni giorno.

Eliane
Salve, vescovo!
Non avevo mai fatto il Digiuno di Daniele, questo è il primo. Mi piacerebbe sapere se è normale sentirmi triste dopo la ricerca dello Spirito Santo, perché non ho mai dato il mio meglio e questa volta mi sto consegnando di corpo, anima e spirito. Solo che quando terminano le preghiere che seguo insieme a lei per radio, percepisco che non è avvenuto quel piacere di cui lei tanto parla, questa cosa inspiegabile nell’anima. D’immediato, resto triste, perché è come se stessi vedendo il Signor Gesù dandomi le spalle, che mi dice che io non merito di riceverLO. Mi sono già umiliata davanti a Lui, ho consegnato tutto di me, ma subito arriva quella sensazione di frustrazione, perché ancora una volta non sono riuscita ad arrivare fino a Lui. Ho paura di indebolirmi nella fede a causa di questo motivo. Mi aiuti, so di non meritare d’essere la dimora dell’Altissimo, tuttavia, lei stesso dice che non LO riceviamo per merito. Che cosa manca allora perché giunga il grande giorno anche per me? Non sono stata in ansia, perché questo non fa parte di me, ma il desiderio di uccidere la sete nel Fiume delle Acque Vive mi consuma notte e giorno, soprattutto perché non riesco a capire dov’è che sto sbagliando con il Mio Signore.

Mariellene

Buona sera vescovo! Ho preso una decisione: questo Digiuno di Daniele finirà soltanto quando avrò la certezza della mia Salvezza. Non importa quanti giorni saranno necessari, io non voglio perdere questa opportunità, ad ogni giorno voglio immergermi sempre di più fino a conoscere il Dio di Abraamo, Isacco e Giacobbe. Oggi la mia vita sta essendo trasformata, il mio matrimonio è benedetto, la mia famiglia sta iniziando ad andare in Chiesa e sta andando tutto bene. Dio ha onorato i miei voti, le mie preghiere, però, non serve a nulla avere tutto questo e non avere la Salvezza eterna. Voglio togliere perfino l’ultima poverina che è nel mio cuore, non posso accettare d’essere esclusa, perché se no nulla ne varrà la pena. Il mio prossimo commento dirà che ho la certezza della mia Salvezza.

Vescovo Edir Macedo

  • Francisco Junior

    Quando siamo il sacrificio, noi ascoltiamo la parola di Dio, per noi anche se questa porterà dolore noi ubbidiremo sempre, non siamo come i religiosi che vengono in chiesa per ingannare a se stesso pensando che andando in chiesa sta già facendo tutto, ma quando esci continua sempre nella stessa vita, non c’è un cambiamento, continua vivendo nella vergogna.
    Coloro che si consegnano a Dio, lo fanno a 100%, è questa è l’ora giusta Digiuno di Danielle.

  • Maria Pia

    Vescovo Macedo questo digiuno di Daniele per me e’un rinnovo del mio corpo della mia anima e del mio spirito è sacrificio determinazione certezza del DIo vivo e il sacrificio che il Signore Gesu ha compiuto sulla croce per me e per tutti noi che crediamo in lui nella sua resurrezione il suo sacrificio vivo con Spirito Acqua e sangue,con questo digiuno ho capito che mi devo consegnare corpo anima spirito riempire la mia anima e spirito della Sua Parola e ubbedienza

  • Maria Jose’ Duarte Soares

    Vescovo Macedo,
    io vedo questo digiuno di Daniele e’ la mia opportunita’. Sto mettendo tutto me stessa perche’ vale la pena sacrificarsi per avere il tutto da Dio.

  • Thiago Paes

    Buonasera Vescovo , ascoltare la parola di Dio è per tutti le persone , ma, metterla in pratica ne tutti hanno il coraggio per farla!
    È come i religiosi che ascoltano sempre e sempre la parola ma nei momenti in cui la vita porge delle circunstanzie e arriva il momento di decidere di mettere in pratica o no , indietreggiano ….. Con lo Spirito Santo , non esiste “indietreggiare” , non importa le circunstanzie , quello che ne parleranno di te, sempre avanti e praticando ciò chè giusto e sacrificando COTIDIANAMENTE la “carne ” per ottenere la più grande GIOIA, comunione con lo Spirito Santo !!!! Il Digiuno di Daniele è senz’altro una Vera e Unica OPORTUNITÀ !!!

  • Antonio Neves

    Buonasera Vescovo per me elle digiuno Daniele è un grande apportunita’ma vale pena sacrificarsi con molto gioia

  • Lidia Soares

    Caro vescovo questo è il mio primo digiuno di Daniele e sto cercando di farlo nel migliore dei modi, cerco lo spirito santo con tutte le mie forze e spero di essere degna di riceverlo! Ieri ho partecipato alla veglia per cercarlo e sono stata purificata, è stata una cosa grandiosa, meravigliosa. E faccio questo digiuno con molta tranquillità e sicurezza, vi ascolto sempre alla radio e mi piace molto ascoltarvi perché dite sempre delle cose molto forti e importanti. Vi saluto cordialmente

  • Valentina

    Buon pomeriggio vescovo Macedo, leggo le sue parole sempre con molto piacere perché ogni volta mi fanno riflettere e capire cos’è giusto da fare e cosa no, devo dire che questo digiuno è un opportunità unica per cercare lo spirito santo e anche se può essere un grande sacrificio non lo sarà mai grande quanto il sacrificio che ha fatto Gesù per noi

  • Silvia Vecciarelli

    Buona sera Vescovo, per me questo Digiuno di Daniele è speciale e unico come lo sono stati quelli precedenti, questo perché ognuno di loro mi ha dato sempre qualcosa di nuovo… in più che non possedevo. E’ un continuo rinnovamento e miglioramento di noi stessi…perché chi consegna veramente e senza condizioni la propria vita a Dio…lui ci trasforma incredibilmente. In questi ultimi 3 anni sono cambiata moltissimo…ma possono garantire che, come sono cambiata in questi ultimi 8 mesi cioè dall’ultimo Digiuno, è per me un vero miracolo. Ma non è per merito mio, ma del mio Dio (io non ho fatto altro che consegnarmi totalmente a lui) che ha ascoltato i miei clamori, Lui non solo mi ha donato la cosa più preziosa che è lo Spirito Santo…ma ha cambiato il mio modo di essere e agire ….sono più forte, più impavida, molto determinata e soprattutto ora determino con fede. Chiedo a Dio che questo Digiuno possa essere per me di rinnovamento e possa trasformarmi sempre di più in una grande guerriera…

  • Cristina

    buonasera vescovo, per me questo digiuno di Daniele, è un opportunità per cercare con più forza lo spirito santo, pulendomi così anche da distrazioni giornaliere che avvolte sottovalutiamo ma che ci posso allontanare dal vero senso che è la ricerca in primis di un rapporto con Dio, è tenendo presente la Parola di Dio, come metro di giudizio per poter vivere una vita con Lui!Propriamente come dice in questo messaggio, usando versetti pertinenti che ci lasciano ben chiaro che senza il sacrificio non vi è l’obbidienza e quest’ultima non è altro che l’espressione della pratica della parola di Dio!

  • Andrade Marcelino

    Buongiorno Vescovo, questo testo toglie ogni dubbio del nostro cuore per quanto riguarda il momento della discesa dello Spirito Santo, come queste persone hanno raccontando, che nel momento della preghiera è sucesso di tutto per distrarli. Questo ci fa capire che non dobbiamo permettere che nulla e nessuno venga disturbarci nella nostra comunione con DIO e la stessa cosa accadrà nel digiuno di Daniele, tutto e tutti proveranno di togliere le persone dal digiuno di Daniele ma per tutti quelli che faranno fino alla fine il digiuno sarà inevitabile il battesimo con lo Spirito Santo.

  • fabiola Barzola

    è questa la fede (fede intelligente) che fa la differenza, perchè ci sofferma a pensare e ci porta a guardare dentro di noi! Questo Digiuno di Daniele è una grande opportunità dove una decisione puo cambiare tutta la nostra vita, la Decisione di consegnare 100% sull’altare la nostra vita al Signore Gesù e chi di certo vuole ubbidire sa che questo richiede di noi sacrificio e rinuncia,

  • Andrade Marcelino

    Buongiorno Vescovo, questo testo toglie ogni dubbio del nostro cuore per quanto riguarda il momento della discesa dello Spirito Santo, come queste persone hanno raccontando, che nel momento della preghiera è sucesso di tutto per distrarli. Questo ci fa capire che non dobbiamo permettere che nulla e nessuno venga disturbarci nella nostra comunione con DIO e la stessa cosa accadrà nel digiuno di Daniele, tutto e tutti proveranno di togliere le persone dal digiuno di Daniele ma per tutti quelli che faranno fino alla fine il digiuno sarà inevitabile il battesimo con lo Spirito Santo.

  • Anna Rodrigues

    Salve, vescovo ! Prima di conoscere il vero significato della parole di Gesù ero una persona religiosa andavo in chiesa ogni giorni facevo le miei cose abitudinarie come lo sai lei, ero piena di area ” e pensavo che Ah sono di Dio ” ma la mia vita vescovo era una vergogna totale miseria, tristezza e tutto di male e così vivevo. Ma dopo passato un certo tempo fu invitata ad conoscere la vera fede /la vita che il signore mi aveva già riversato. Oggi con la sperienze e con la pratica di ciò che parla la Bibbia sono una persona veramente dipendente del Dio ! L’opportunità e per tutti quelli che vogliano. Oggi sono molto felice e con il digiuno di Daniele raggiungerò ancora di più la gloria del signore sulla mia vita! Dio vi benedica vescovo… Dalvana Rodrigues

  • Bianca Andrade

    Salve vescovo e a tutti!
    é molto forte, questo messaggio, se viviamo una fede religiosa e morta, come riceveremo Lo Spirito Santo? Mai!
    Dobbiamo vivere questa fede sacrificiale ogni giorni. Ubbidire la parola di Dio, che non cambia.
    Sto in questa fede.

  • Marissol Alves Dos Reis

    Salve Vescovo!
    Io non ho piú bisogno solo del pane materiale, io ho bisogno di amore, di speranza, di un fondamento sicuro, di un terreno solido che mi aiuti a vivere con un senso autentico anche nella crisi, nelle oscurità, nelle difficoltà e nei problemi quotidiani.
    La fede è un “dono soprannaturale”, di affidarsi all’amore di Dio, che cambia la nostra vita. La mia fede mi dona proprio questo: un fiducioso affidarsi a Dio, il quale mi dà certezze.Io mi affido liberamente a Dio che è Padre e mi ama; è mi dona speranza e fiducia.
    Perché si possa prestare questa fede, è necessaria la grazia di Dio é necessario avere lo Spirito Santo, il quale apre gli occhi della mente, ci dona dolcezza nel consentire e nel
    credere.Alla base del mio cammino di fede spero di meritare il Battesimo con lo Spirito Santo,per diventare veramente una figlia di Dio. In questo digiuno di Daniele la mia fede é in prova , ma io la supererò e troverò più forza per solidificare il mio amore per Gesù .

  • Danilo Teixeira

    E strano quanto la cosa più cara e preziosa del mondo sia gratis per tutti coloro che lo desiderano …. sia ricchi che poveri … La tavola e apparecchiata per tutti …. per tutti coloro che hanno fame!!!